sabato 11 febbraio 2012

Target

Una delle basi dell'economia personale è il risparmio mirato. Darsi una meta per cui risparmiare rende le persone molto più motivare a sopportare qualche piccolo sacrificio.

Vi ho già detto che il money for nothing l'anno scorso è stato accantonato per viaggi: tirate le somme, sul mio bel librettino postale ci sono 937,5 euro. A questi vanno aggiunti i premi "grossi" dei concorsi (circa 600 euro, mi è mancato il pezzo forte come nel 2009 sono stati i gelati Motta e l'anno dopo la Coppa del Nonno). Tralasciamo i ricchi due euro e mezzo di interessi e la promozione a tasso d'interesse oro (wow, magari l'anno prossimo maturerò tre euro!), il veder le sommette incolonnarsi man mano ed aumentare ha ancora un suo seppur infantile fascino.

Per il momento devo però lasciare stare il libretto: nel 2012 ho un'altra meta, segreta. Ho già iniziato a lavorarci duramente e spero di portare a casa bei risultati. Ovviamente, non saprete nulla fino alla conclusione del progetto....

6 commenti:

  1. bravissima....io devo imparare......

    RispondiElimina
  2. Qualunque sia la meta segreta del 2012
    In bocca al lupo!!!!
    Elisa

    RispondiElimina
  3. Tralasciamo i ricchi due euro e mezzo di interessi e la promozione a tasso d'interesse oro (wow, magari l'anno prossimo maturerò tre euro!)

    Ma scusa, non potresti anziché in un libretto di risparmio metterli in un conto online (di qualunque colore) che ti dà il 3% o roba del genere? Anche quegli interessi sono "money for nothing" in un certo senso.

    RispondiElimina
  4. @ Genny

    Benvenuta! Ormai è quasi un gioco...

    @ Kermitilrospo

    Aaaarghhhh

    @ Sportellouteni

    Crepi, speriamo di essere fruttuosi

    @ Turz

    Il conto deposito è la fase B, cioè dopo i 1000 euro. Confesso, non ho mai avuto un libretto da piccola, e ne subisco il fascino...

    RispondiElimina
  5. Anch'io non ho mai avuto un libretto da piccolo (solo un salvadanaio con carillon pieno di monete da cinquecento lire) e ci ho messo diversi anni a capire che tipicamente un conto online offre tassi migliori di un libretto.

    RispondiElimina