martedì 3 marzo 2009

Cucina per imbranati 1: la minestra in brodo (di dado, cosa credete?).

Squillino le trombe, rullino i tamburi, stasera mi sono preparata da sola parte della cena! Sì, nulla di eccezionale, ma ho preso nota di tutti i passaggi, e posto il mio sforzo.
Attrezzatura occorrente per una persona: 1 scodella, 1 cucchiaio, 1 pentolina con coperchio, 1 fornello
Ingredienti: dado granulare, burro (mezza noce), passata di pomodoro (1/2 cucchiaio), sale q.b., minestrina di vostra scelta.

Prendere la scodella, pesarla vuota, riempirla d'acqua e tenere a mente il contenuto (di solito sono standard, capienza 200/250 cc). Versare l'acqua nel pentolino, aggiungere il burro, il pomodoro e mettere sul fuoco. Prendere la confezione di brodo granulare, controllare il dosaggio (di solito 1 misurino = dose per 2 persone = dose per 500 cc.). Versare nell'acqua la quantità necessaria di dado granulare (nel mio caso 1/2 misurino) e, eventualmente, aggiustare di sale (è una vita che sogno di dirlo). Portare ad ebollizione, mescolando di tanto in tanto, e nel frattempo dosare la pastina (2 cucchiai a persona). Versare la pastina, far riprendere il bollore e cuocere per il tempo indicato sulla confezione. Le dosi di acqua e pasta possono variare a seconda dei gusti.
A piacere, per chi ama un gusto più deciso, quando si è già scodellata la minestra aggiungere un paio di cucchiaini di brandy o marsala (se dopo cena non dovete guidare, ovvio).
Buon appetito, ora vado ad assaggiare il mio capolavoro.
Se pensate che sia una ricetta troppo elementare, tenetevi pronti. La prossima sarà: come si cuoce la pasta!

1 commento:

  1. Era proprio quello che stavo cercando, ora lo sforzo consiste nel moltiplicare le dosi per quattro, ma ce la posso fare.
    Grazie
    B.

    RispondiElimina