sabato 11 maggio 2013

L'Economa crea e vince?

L'infanzia dell'Economa è stata abbastanza grigia. La sua vera, grande fortuna è quella di non aver indossato contemporaneamente i tre totem dei suoi coetanei: occhialoni anni ottanta, apparecchio per i denti e scarpe ortopediche. Cioè, li ha indossati tutti e tre, ma al massimo ne aveva due contemporaneamente (manca la combinazione scarpe ortopediche-occhialoni anni ottanta).

Per di più, nonostante i risultati scolastici, era un disastro artistico. Già all'asilo colorava fuori dai contorni, i suoi disegni erano di una piattezza assurda e i lavoretti per le varie evenienze erano al livello creativo "Ogni scarrafone è bello a mamma soja, ma fino a un certo punto".

Al liceo è migliorata; cioè, faceva sempre artisticamente schifo, ma i disegni tecnici le riuscivano decentemente, complice una meticolosità sviluppatasi col tempo (e arrivata al livello "In realtà sei un serial killer travestito" attuale, cioè, il disturbo ossessivo compulsivo mi fa un baffo). La caratteristica delle sue fotografie (i bei tempi dei rullini) erano due: enormi cieli e piedi tagliati. Studi universitari e master hanno dato il colpo di grazia: una maniaca dell'esposizione museale con il pallino per il periodo artistico dal 1905 al 1939, che è uscita imprecando sull'illuminazione sbagliata da decine e decine di mostre.

Ora capite bene il fatto che io sia perfettamente conscia di non avere il minimo talento artistico (sono anche stonata come una campana e non so suonare nessuno strumento). 

Quindi, per queste ragioni, ho deciso che mi dedicherò anima e corpo ad un nuovo tipo di concorso a premi: quello detto "Crea e Vinci". Scatterò foto orrende, scriverò storie del bosco melense, ideerò oggetti vomitevoli con lo scopo di vincere qualcosa; di solito sono a votazione e non avendo contatti Facebook nel mio profilo farlocco almeno starete tranquilli che non vi tormenterò lì. In compenso questo blog ospiterà qualche volta il frutto delle mie meningi malate: è vero che i miei amichetti mi voteranno?

8 commenti:

  1. E direi!!!!
    Detta da una che avrebbe voluto qualche talento artistico ed ahimè, niente da fare ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... ma tu fai foto bellissime! Le mie sono un disastro!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Prooof perché non partecipi anche tu? Ho un'iniziativa per le mani che sembra fatta proprio per la Prof

      Elimina
  3. Una creazione è già on line, ma, dopo aver letto "L'arte della guerra" (libro deludentissimo, tra l'altro) sto facendo un corso di strategia e tattica....

    Comunque c'è un indizio nel post!

    RispondiElimina