domenica 13 aprile 2014

Ricetta fin troppo furba: gli economi bigné

DISCLAIMER: questa ricetta è talmente cialtrona che l'Accademia della Cucina cialtrona mi ha espulso per eccesso di cialtroneria.

Il lato positivo di questa ricetta cialtrona è la versatilità: a seconda del tempo a disposizione, della voglia e della capacità culinaria gli ingredienti possono essere preparati o comperati già fatti.

La mia versione è quella di cialtroneria maxuma perché avevo molta fretta.

Bigné cialtroni

Ingredienti

  • 1 confezione di bigné pronti
  • 1 confezione di preparato per crema pasticcera
  • 1 confezione di panna UHT da montare
  • Latte q.b.
  • Cioccolato fondente extra
  • Cucchiaino
  • Frusta
  • Ciotola
  • Coltello
  • Pentolino
  • Cucchiaio in legno

Procedimento

Mantenendo le dosi suggerite sulla confezione, preparare la crema pasticcera sostituendo il latte con la panna. Dovrà rimanere abbastanza soda

Con l'aiuto di un coltello seghettato, tagliate i bigné avendo cura di non mescolare i vari coperchi; eventualmente premete delicatamente con un dito per aumentare lo spazio interno, avendo cura di non danneggiare il fondo.
Riempite i bigné (se siete bravi con un sac à poche o una siringa, se siete cialtroni con un cucchiaino) e ponete i bigné su un vassoio o una teglia. 

Sciogliete il cioccolato a fuoco lento con pochissimo latte, e sempre con l'aiuto di un cucchiaino ricoprite il colmo dei bigné.

Lasciate asciugare. Sono pronti!


Come vi ho detto, avevo molta fretta (avrei preparato volentieri la crema pasticcera), ma il risultato è stato veramente apprezzabile: meglio di alcuni pasticcini "comperi" che ho assaggiato. 

Cialtronissimi e velocissimi!

6 commenti:

  1. 1 confezione di bigné pronti
    1 confezione di preparato per crema pasticcera


    ok, allora comprali già fatti.
    :P

    Suvvia, la crema pasticcera si fa in un attimo. Almeno quella la puoi fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, ho lavorato in condizioni di emergenza, non avrei avuto il tempo di far raffreddare la crema. Per rimediare, la prossima volta li farò con la crema alla nocciola fatta con le mie manine ;)

      Elimina
  2. L'Accademia della Cialtroneria ti intitola una via :D e niente è mai troppo cialtrone, o troppo furbo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no.. questa è troppo cialtrona anche per me.

      Elimina
  3. Mi sa che sono d'accordo con Mattia: io non disdegno qualche aiuto di semilavorato, ma per fare, in casa, un dolce così pieno di conservanti, allora piuttosto come dessert mangio un bel frutto di stagione, oppure faccio una bella capatina in pasticceria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad avercela una pasticceria a portata di mano...

      Elimina